• 494
  • 0

Spesso e volentieri invecchiare significa vedere limitata la propria indipedenza a causa di una mobilità sempre più incerta, cosa che sovente complica oltremodo lo svolgimento della normale vita quotidiana.

L’avrete probabilmente sperimentato se la vostra casa è disposta su due o più piani, o nel caso in cui sia articolata su livelli sfalsati.

Montascale 2C consente di risolvere queste complicazioni grazie ai suoi montascale a poltroncina per anziani.

La normativa dei montascale per anziani

A proposito di legge, essa NON prevede permessi o autorizzazioni all’atto dell’installazione, anche se, per essere sempre in regola, gli ausili proposti da Montascale2C rispondono a specifiche norme sia per gli aspetti edilizi che per quelli di prodotto.

In merito ai primi, ad esempio, il DM 236/89 stabilisce caratteristiche precise in relazione a:

  • dimensioni
  • portata
  • velocità massima
  • comandi
  • sicurezza elettrica

Alla stessa stregua, la legge dispone che, dopo l’installazione, gli impianti vengano controllati due volte all’anno, per cui è opportuno, all’atto dell’acquisto, verificare che tali controlli siano compresi nel prezzo (proprio come fa Montascale Genova).

Ma cosa accade se il montascale per anziani va collocato negli spazi condominiali?
La legge n. 13/1989 stabilisce che per opere di questo tipo c’è bisogno che almeno un terzo dei condomini presenti all’assemblea dia il proprio consenso.
Tuttavia, qualora l’assemblea si rifiuti di procedere alla votazione in merito alla questione, il richiedente può procedere ugualmente all’installazione del montascale qualora siano trascorsi tre mesi dalla richiesta formale scritta indirizzata all’amministratore.

Tipologie di montascale in commercio

Diverse sono le tipologie di montascale in commercio, e la scelta va effettuata tenendo conto delle differenze di quota da coprire e dell’handicap sofferto.

Così, per trasportare una persona con difficoltà motoria ma che ancora conserva la posizione eretta, è possibile optare per una pedana servoscala, mentre un sedile servoscala è utile per quanti necessitano della posizione seduta.
Qualora invece si debbano soddisfare entrambe le modalità, come nel caso di persona su carrozzella con accompagnatore, allora la scelta potrebbe ricadere su una pedana servoscala a sedile ribaltabile.
Per una persona su sedia a rotelle si potrebbe scegliere anche una piattaforma servoscala a piattaforma ribaltabile o a sedile ribaltabile.

La differenza sostanziale tra i modelli con piattaforma e quelli a poltroncina è data dalle dimensioni, per cui, mentre i primi soddisfano anche le esigenze delle persone in carrozzella, quelli a sedile non possono sostenere tali pesi.

Se non volete effettuare lavori di installazione il montascale mobile è quello che fa per voi, a patto che le vostre difficoltà motorie siano solo parziali o temporanee: il mercato mette a disposizione modelli a cingoli e modelli a ruote, che possono o meno necessitare della presenza di un accompagnatore.
I primi però non possono essere adottati con scale a chiocciola o a spicchio, perché necessitano di un più ampio spazio di manovra, garantito solo da scale con pianerottolo.
Le tipologie con ruote invece sono utilizzabili sia in esterno che in interno, e prevedono che l’ancoraggio della carrozzina all’ausilio.

Sempre soffermandosi sulle differenze tecniche delle diverse tipologie di montascale per anziani attualmente in commercio, alcune riguardano il sistema di trazione adoperato, che può essere costituito da:

  • pignone e cremagliera: la piattaforma si “arrampica” su per la scala attraverso un motore e una ruota dentata applicati sulla pedana
  • aderenza: il motore è sempre installato sulla piattaforma, ma al posto della ruota dentata vi sono una serie di rulli che aderiscono a pressione ad una guida
  • fune: in questo caso il motore è collocato esternamente al veicolo, il che conferisce maggior confort dal momento che si evitano le vibrazioni che invece “inficiano” le due configurazioni precedenti.

PREZZI DEI MONTASCALE IN COMMERCIO

In linea di massima, è possibile trovare qualcosa di usato e rigenerato a circa 2000 euro, e si parla di modelli rettilinei che nuovi non ammontano a meno di 2500-3000 euro.

Per i modelli adattabili su traiettorie curve invece difficilmente si scende al di sotto dei 6mila euro.

Rispetto a quelli a ruota, i montascale per anziani a piattaforma sono più costosi: stiamo parlando di non meno di 5mila euro a prodotto.

Comunque, indipendentemente dal modello, la legge consente di richiedere dei contributi per eliminare le barriere architettoniche, con precedenza per persone affette da un’invalidità totale certificata, con difficoltà di deambulazione.
È chiaro quindi che la scelta non è semplice, dovendosi tenere conto di una serie di caratteristiche tecniche, funzionali e burocratiche, oltreché dei costi tutt’altro che contenuti, ragion per cui è consigliabile farsi supportare da un esperto…

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *