• 4

La Colica Addominale è un disturbo decisamente fastidioso e, purtroppo, molto diffuso. Nei casi più gravi arriva davvero a condizionare la vita delle persone. Perchè? Se il dolore è forte può arrivare a rendere difficoltoso muoversi. Il tutto aggravato, inoltre, nei casi in cui diventa ricorrente, quasi cronico.

Dopo aver trattato i diverticoli e la diverticolite oggi passiamo in rassegna cause, sintomi e possibili rimedi delle coliche addominali. Si tratta di disturbi che nella maggior parte dei casi si dimostrano transitori. Questo, però, non esclude che possano essere presenti patologie, anche gravi, da cui sono originate.

Per questo motivo, come sempre facciamo, il nostro consiglio è quello di rivolgervi al medico di fiducia. Un consiglio che vale, in particolare, per i casi in cui si dimostrano ricorrenti o di forti dolori addominali. Evitate accuratamente le terapie fai da te. Possono essere non solo inutili per la soluzione del problema ma addirittura dannose.

Indice dei Contenuti
Fitte al pancia: un disturbo diffuso
Le Cause
Coliche in Gravidanza e Cisti Ovariche
Colica Addominale sintomi
Coliche Addominali rimedi

Fitte al pancia: un disturbo diffuso

Partiamo, per prima cosa, dal fastidio che generano e dal perchè si crea. Si tratta di veri e propri spasmi addominali. La sensazione è quella di una sorta di crampo muscolare, con la differenza che riguarda la parte bassa del ventre. E proprio questo è quello che, da un punto di vista fisico, si genera.

Nella maggior parte dei casi questo spasmo addominale è in realtà uno spasmo intestinale. Questo perchè il disturbo riguarda, solitamente, la zona dell’intestino ed in particolare il colon. Per questo motivo, quindi, possiamo utilizzare il termine coliche intestinali.

A soffrirne sono soprattutto i bambini, in particolare nei primi mesi e anni di vita. Nella maggior parte dei casi, per quanto li riguarda, si tratta di coliche gassose. Quella che comunemente viene definita aria nella pancia e contro la quale si “combatte” con il ricorso ad appositi sondini.

Ma, come anticipato, i dolori intestinali sono un disturbo diffuso anche tra gli adulti. E le cause sono davvero diverse.

Le Cause

La Colica Intestinale può avere cause “transitorie” o patologiche. Scopriamo insieme quali sono le principali.

  • Stress e Ansia. Si sente spesso dire che l’intestino è il secondo cervello per l’essere umano. Ed è proprio così, non si tratta di un semplice modo di dire. Quante volte vi sarà capitato di sperimentare crampi intestinali in momento di particolare difficoltà. Che sia il lavoro o i problemi personali tutti siamo sottoposti a stress continuo. E la vita stessa di oggi, con i ritmi stressanti che impone, non fa altro che alimentare l’ansia. Ecco, quindi, che uno degli effetti dell’ansia è proprio la colica intestinale;
  • Stitichezza. Sono sempre più persone a soffrire di stitichezza. Quante volte vi sarà capitato di sentire, o leggere, pubblicità di prodotti per la regolarità intestinale. Bene, proprio l’irregolarità è un disturbo decisamente diffuso e causa di coliche addominali. Il meccanismo, in questo caso, è puramente fisico. Le feci creano una vera e propria ostruzione nel tratto intestinale. Così facendo si sperimenta un addome gonfio e duro. E la conseguenza sono i fastidiosi spasmi intestinali. E’ bene sottolineare, inoltre, che non sempre quando ci si libera si ottiene sollievo immediato. Spesso sono necessari giorni perchè l’intestino trovi un nuovo equilibrio;
  • Infiammazione del Colon. Lo abbiamo detto fin dall’inizio. La sede del dolore risiede spesso nel colon. E proprio un’infiammazione in questa area è una delle principali cause e a volte un idrocolonterapia può aiutare a prevenire. L’infiammazione può essere sia transitoria che patologica come nel caso del morbo di Crohn;
  • Escursione termica. Il passaggio dal caldo al freddo può creare un crampo intestinale. Spesso è una causa sottovalutata ma comunque importante;
  • Alimentazione sbagliata. Oggi, tra mille impegni di casa e lavoro, è sempre più difficile curare l’alimentazione. Spesso si esagera con caffè (quanti ne prendete al giorno?), alcol e cioccolata. Ma anche il latte influisce. Siamo quello che mangiamo, niente di più vero. E quante volte ne avete avuto la prova con un mal di pancia dopo mangiato?

Coliche in Gravidanza e Cisti Ovariche

Il corpo della donna è un equilibrio tanto perfetto quanto difficile. E questo vale, in particolare, per l’apparato riproduttivo femminile.

Tra le patologie più diffuse ci sono, purtroppo, le cisti ovariche. Senza entrare nel merito queste possono essere sia benigne che maligne. E uno dei sintomi è proprio quello della colica addominale. Se sentite l’addome gonfio e duro, il dolore persiste e non è da collegare al flusso mestruale è il momento di informare il medico. Le cisti ovariche, per le quali in alcuni casi si richiede intervento chirurgico, sono un disturbo da tenere sempre sotto osservazione. E il contatto costante con il proprio ginecologo è fondamentale.

Abbiamo parlato di equilibrio nel corpo della donna. Cosa dire, allora, quando si è in gravidanza? In quel caso è essenziale tenere informato il medico di possibili disturbi. E proprio le coliche intestinali in gravidanza sono uno dei disturbi più diffusi.

Colica Addominale sintomi

Qualche sintomo lo abbiamo già anticipato, ma vediamo di riportare i principali. In caso di sintomi non fate diagnosi fai da te, seguite i consigli del medico di fiducia.

  • Dolore addominale e basso ventre gonfio e duro. Questo è il tipico sintomo, decisamente fastidioso. Spesso ci si sente la pancia come un pallone. Tanto da sentire, addirittura, lo stomaco gonfio e duro;
  • Meteorismo. In particolare le coliche d’aria creano questo fastidioso, quanto imbarazzante, disturbo. Il consiglio è quello di sdraiarvi con la pancia verso il basso. Un modo per favorire la naturale uscita dell’aria dall’intestino;
  • Costipazione. Ne abbiamo parlato poco sopra, è uno dei sintomi tipici della colica addominale;
  • Crampi addominali e diarrea. Si tratta, in questo caso, della situazione opposta. Alla diarrea può associarsi, inoltre, un’alterazione delle feci sia come colore che come consistenza. Se ravvisate la presenza di sangue nelle feci informate subito il medico. Un’analisi approfondito delle feci escluderà la presenza di eventuali patologie;
  • Nausea e Mal di testa. Meno frequenti ma comunque da ricollegare alle coliche addominali. Da porre attenzione se questi disturbi diventano simili a un’influenza con la comparsa di febbre. Potrebbe essere in corso un’infiammazione.

Passati in rassegna le cause ed i sintomi vediamo come far passare il mal di pancia. Quando si ha una colica addominale cosa fare?

Coliche Addominali rimedi

Chi lo ha sperimentato sa bene quanto sia il fastidio. Ecco, vediamo adesso come porre rimedio.

  • Bere molta acqua. Uno dei rimedi migliori. Consente di ammorbidire le feci e combattere la stitichezza. Utile, quindi, soprattutto se la cause della colica addominale è un’ostruzione del tratto intestinale;
  • Curare l’alimentazione. Un consiglio che, a volte, può sembrare banale. Ma banale non è di certo. Ci chiediamo: quando si soffre di coliche addominali cosa mangiare? Sono da preferire cibi ricchi di fibre, per il motivo già citato poco sopra per l’acqua. Ci sono, d’altra parte, una serie di cibi da evitare. Tra questi frutta dolce e agrumi, formaggi (molto grassi!), insaccati e salumi, legumi, farina. A questi si aggiungono i già citati caffè, latte e alcolici (birra, vino e in particolare superalcolici);
  • Pesce Lesso. Un vero e proprio toccasana. Vi consigliamo, nello specifico, il pesce azzurro ricco di acidi grassi benefici per l’organismo (Omega-3);
  • Verdura Lessa. Tutta, ad eccezione di patate e carote che non aiutano nel caso di colica addominale;
  • Posizione di fianco. Se soffrite di una colica d’aria è, come anticipato poco sopra, uno dei rimedi migliori. Sdraiatevi sul letto di fianco o pancia sotto. Avrete beneficio assicurato. E magari potrete prendere una pausa da questa vita stressante!.